lorenzo sandano

ROMA - Lorenzo Sandano, classe 1991, alla fine dei 17 anni viene travolto da una passione incontrollabile per il mondo della gastronomia, durante una vacanza “fulminante” a Barcellona. Da quel momento asseconda la sua indole con corsi di cucina ed esperienze nel settore giornalistico. Attualmente viaggia ovunque riesce ad andare, con i suoi mezzi da studente, alla scoperta di nuove tavole, prodotti e sapori da raccontare: su blog, web e riviste di settore. Una viscerale e trascinante attitudine gourmet che lo accompagna nella vita e nel lavoro.

I Ristoranti che ha scelto per te

Achilli Enoteca al Parlamento

  • Via dei Prefetti, 15
  • 066873446

Anarchia culinaria ed avanguardia tecnica traghettate da esperienza e pensiero: Massimo Viglietti è un cuoco "outsider" all'apparenza, ma nella intima sala della storica Enoteca Achilli al Parlamento ha saputo dare sfogo nella forma più pura al suo animo da fuoriclasse nell'ambito dei fornelli. La sua è una cucina estrema, provocatoria, carica di azzardi e contrasti gestiti con personalità invidiabile: una vera filosofia controcorrente che spiazza e conquista al tempo stesso. Difficile catalogare uno stile così indomito e poliedrico, ma di sicuro questo ristorante incarna un tassello mancante di assoluto spessore nella scena capitolina. Imponente è ricercata la cantina, che attinge linfa vitale direttamente dalla vasta selezione dell'Enoteca.

Armando al Pantheon

  • Salita de'Crescenzi, 31
  • 0668803034

Un tempio ristorativo della tradizione romana a gestione familiare, posto a due passi da uno dei più celebri monumenti della Capitale: il Pantheon. Districandosi tra una miriade di locali turistici, il cuoco Claudio Gargioli, affiancato dalla preparatissima figlia Fabiana e da suo Fratello Mario in sala, ha saputo traghettare un indirizzo storico di Roma su vette sempre più alte: affinando il tiro di una classica osteria, tramutandola in un locale dalla cucina evocativa e rigorosa, senza snaturare l'anima dei piatti storici del padre dello chef Claudio: il celebre Armando Gargioli. In questo ristorante si respira l'aria meravigliosa di una Roma antica senza riportare un briciolo di nostalgia, bensì godendo beatamente di una tradizione gastronomica solida ed immutabile nel tempo, che guarda al futuro con classe e sostanza.

Baccano

  • Via delle Muratte, 23
  • 0669941166

Collocato in un palazzo di fine ‘800, Baccano si presenta con uno spazio ampio e luminoso, che si affaccia su via delle Muratte, a due passi dalla suggestiva Fontana di Trevi. Questo locale si esprime in veste dinamica e polifunzionale, ispirato alle migliori realtà gastronomiche internazionali: dalla Parigi d’inizio secolo, alla contemporaneità metropolitana dei locali newyorkesi. Caratterizzato da un’affascinante tocco retrò, questo frenetico bistrò cangiante nell'offerta, si sviluppa sui sapori autentici mediterranei, fortemente radicati nell'esaltazione della materia prima. Grazie alla mano solida ed esperta dello chef Marco Milani, la cucina di Baccano porta in tavola la tradizione della cucina italiana delle paste fatte in casa, dei prodotti locali di primissima scelta, veicolati con un lieve tocco creativo mai prevaricante o eccessivo. Non manca una strepitosa offerta di eccellenze dal Banco della Gastronomia che offre Prosciutti, Salami e Formaggi italiani di qualità senza rinunciare a prodotti esteri come Foie Gras, Ostriche e una formidabile selezione di crudi di pesce. Un locale dall'indole cosmopolita ed internazionale, votato alle contaminazioni culinarie: aperto tutti i giorni, dove poter mangiare dalle prime ore del mattino fino a tarda notte, con la cucina che chiude a mezzanotte inoltrata.

Beppe e i suoi formaggi

  • Via Santa Maria del Pianto , 9/A-11
  • 0668192210

Uno spicchio di Provenza e Piemonte "raccolto" in un locale a due passi dal Ghetto Ebraico: ricco di eccellenze e prelibato proprio come uno spicchio di goloso formaggio. In questa splendida e curata bottega, con annesse gastronomia e ristorante, potrete godere con una selezione sconfinata di strepitosi prodotti caseari (prevalentemente realizzati in prima persona dal Patron Beppe), affiancati da una piccola offerta "cucinata" legata a Francia e Piemonte; o ancora degustare ottimi affettati e terrine artigianali con del meraviglioso pane a lievitazione naturale sfornato dai migliori panifici italiani. Bella e mirata anche la scelta enologica.

Bir & Fud

  • Via Benedetta , 23
  • 065894016

Un paradiso per gli amanti della Birra Artigianale e un valido approdo per gustare pizza al piatto con fritti/sfizi di qualità. Dalla passione e ricerca su lieviti e lievitati da parte di Leonardo di Vincenzo, Manuele Colonna (luminari del mondo birraio) e Fabio Spada, con consulenza gastronomica di Gabriele Bonci e Antonella Giuffrè, Bir&Fud è ormai da anni un luogo "cult" per la movida Trasteverina. Sedetevi al bancone, sui tavolinetti all'aperto o nelle moderne sale di questo locale per godere di un'offerta cibo/birra sempre varia e affidabile.

Bonci - Pizzarium

  • Via della Meloria, 43
  • 0639745416

Battezzato al tempo il "Michelangelo della Pizza", Gabriele Bonci continua ad essere un fenomeno vulcanico nel reparto di panificazione, prodotti da forno e lievitati di ogni genere e derivazione: conservando sempre la sua pizzeria al taglio Pizzarium (adiacente alla Metro A Cipro) come un luogo di culto per appassionati, buongustai last minute ed esperti gourmet. Dopo i lavori di ristrutturazione che hanno ampliato gli spazi interni ed il laboratorio della cucina, ora questa bottega delle meraviglie regala ai suoi clienti uno spazio confortevole dove poter godere pienamente con una delle migliori pizze in teglia di Roma e non solo. Dalle versioni classiche ed intramontabili, fino alle evoluzioni creative ed estreme con vere e proprie preparazioni cucinate adagiate sulla base dell'impasto, il risultato è sempre sconvolgente e da inverosimile goduria emozionale. La pasta soffice e croccante al tempo stesso, frutto di un lavoro esemplare su farine e lievitazioni, ospita una varietà sconsiderata di ingredienti top gamma, accostati con una sensibilità gustativa inarrivabile. Se passate per Roma e non assaggiate la Pizza al Taglio di Bonci perderete un pezzo concreto della cultura gastronomica capitolina.